intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 Convegno: Consumo di Suolo

Convegno: Consumo di Suolo

25 Ott 2010

Le associazioni L’umana Dimora, Mareciamia, Insieme per La Valmarecchia, La Pedivella, Pedalando e Camminando, Wwf, Sviluppo Sostenibile Novafeltria, Guide Appennino Romagnolo, Legambiente Bellaria, Maricla, Associazione Vegetariana Italiana che operano nel progetto Valmarecchia-Valorizzazione e Tutela per lo Sviluppo hanno organizzato “Consumo di suolo, dal fenomeno italiano alla realtà riminese”. Si tratta di un convegno, realizzato con il sostegno di Volontarimini e patrocinato dalla Provincia di Rimini, che si terrà venerdì 12 novembre nella Sala Marvelli della Provincia, in via Dario Campana 64 a Rimini, con inizio alle 20,30, di cui si allega il programma. L’evento mira a coinvolgere le numerose sfere della società riminese per condividere l’approfondimento delle conoscenze sul fenomeno del consumo di Suolo. Gli organizzatori invitano il mondo della cultura e della scuola, i professionisti e le forze economiche, le associazioni professionali e di categoria per informare e dibattere sui metodi di indagine e sulle tecniche di quantificazione del consumo di suolo, sui numeri e sugli effetti ambientali del fenomeno e sugli strumenti di pianificazione che sembrano incapaci di contenere il trend di occupazione di nuovi Suoli.
Negli ultimi 20 anni in Italia e identicamente in Romagna si è assistito ad un consumo smisurato di Suolo. Nel 2006 l’Unione Europea è intervenuta in materia con una declaratoria per una strategia di protezione del suolo in cui si chiarisce che la formazione di un profilo di Suolo richiede tempi talmente lunghi che impongono di considerarlo una risorsa essenzialmente non rinnovabile. I dati Istat (2007) dicono che nel quindicennio 1990-2005 l’Italia ha subito una perdita di suolo di 240mila ettari/anno pari a 3,6 milioni di ettari, un territorio grande quanto Lazio e Abruzzo messi insieme. L’Unione Regionale delle Bonifiche Emilia-Romagna (2007) dichiara che dal 1990 al 2005 è stata persa una superficie agricola di 13.500 ettari/anno pari un totale di 202mila ettari nel quindicennio. L’urbanizzazione di superfici agricole e naturali trasforma irreversibilmente le aree interessate che diventano impermeabilizzate, generatrici di traffico ed ecologicamente impattanti. In termini sociali queste aree comportano alti costi unitari di infrastrutturazione e frequente inadeguatezza dei servizi socio-sanitari. Ma è sul versante culturale ed ecologico che si registrano gli effetti più devastanti del consumo di Suolo. Il Suolo naturale è un elemento del paesaggio e del patrimonio culturale, ci fornisce cibo, biomassa e materie prime, svolge un ruolo fondamentale per il mantenimento della biodiversità e per la produzione di ossigeno ed il sequestro di carbonio con conseguente riduzione delle emissioni di CO2.

Presentazione dei relatori
Franco Boarelli introdurrà i lavori a nome delle Associazioni organizzatrici.
Renzo Valloni, professore di Geologia presso l’Università di Parma, presenterà il tema del convegno.
Vincenzo Mirra, assessore alla Pianificazione Territoriale, Tutela e Difesa del Suolo Provincia di Rimini, illustrerà il ruolo del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e le norme in esso previste in materia di nuova urbanizzazione.
Nicola Dall’Olio, dottore di Ricerca, funzionario dell’assessorato Agricoltura della Provincia di Parma, commenterà il documentario “Il Suolo Minacciato” di cui è autore e le reazioni suscitate nelle numerose occasioni in cui è stato proiettato.
Nicola Filippi, dottore Forestale, a nome di un più ampio gruppo di lavoro del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna, comprendente Francesco Malucelli, Luisa Perini e Raffaele Pignone, presenterà metodologie e tecnologie usate per la rilevazione dei dati e l’analisi del Consumo di Suolo e i numeri del fenomeno sia sul territorio regionale sia sulla fascia costiera romagnola.
Paolo Severi, geologo del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna, presenterà il lavoro svolto con altri funzionari locali teso alla valutazione degli effetti differenziati dell’impermeabilizzazione dei suoli sull’ambiente e sulle risorse del territorio riminese.
Giancarlo Zoffoli, ingegnere urbanista, discuterà le componenti urbanistiche e normative dei Piani territoriali alla scala provinciale (Ptcp) e comunale (Psc) e le procedure che hanno storicamente portato al superamento dei limiti imposti dai Piani al consumo di Suolo.
Alle 22.45, interventi da parte del pubblico.

Archivi

Categorie

Skip to content