vai ai territori

intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 Povertà sanitaria: 5 milioni le persone colpite

Povertà sanitaria: 5 milioni le persone colpite

27 Gen 2014

Presentato a Roma il 14 gennaio 2014 “Donare per curare. Primo Rapporto povertà sanitaria e donazione dei farmaci” in Italia. Si tratta del risultato del lavoro svolto dall’Osservatorio nazionale sulla Donazione Farmaci, grazie al quale la Fondazione Banco Farmaceutico propone una prima analisi sui temi della povertà e delle possibilità economiche delle famiglie italiane di accedere alle cure.

Alcuni dati
Sono 5 milioni le persone che vivono in situazione di povertà, con un incremento del 60 per cento dal 2007 al 2012. La spesa sanitaria mensile per le famiglie povere aumenta da 12 euro nel 2006 a 16,34 euro, rispetto alle 92,45 euro spese in media dalle famiglie italiane.
Complessivamente ogni mese le famiglie povere italiane spendono 21,5 milioni di euro per acquistare farmaci, pari al 3,4 per cento della spesa privata farmaceutica complessiva.

Le criticità
Sono solo alcuni dei dati che mettono in evidenza una delle conseguenze della crisi economica. Nonostante infatti l’aumento delle donazioni registrate durante la Giornata di Raccolta del Farmaco (+23 per cento) e delle donazioni aziendali (+1.345 per cento), con una distribuzione di farmaci del valore di oltre 8 milioni di euro nel 2013, si registra una maggiore difficoltà a soddisfare le richieste. Con una capacità di risposta ai bisogni che passa dal 55 per cento del 2007 al 43,2 per cento nel 2013 (picco delle risposte raggiunto nel 2011 con il 65,1 per cento).

I ruolo delle organizzazioni non profit
Le donazioni raccolte dalla Fondazione Banco Farmaceutico sono state utili a rispondere i bisogno di 1.506 organizzazioni caritative, diffuse soprattutto in Lombardia (22 per cento), Emilia-Romagna (12,5 per cento), Piemonte (11,4 per cento) e Veneto (8,8 per cento). Questi enti hanno aiutato nel 2013 quasi 680 mila persone. Il 51 per cento sono donne e il 57 per cento sono italiani. Negli ultimi due anni la presenza di italiani è diventata maggioritaria, modificando un trend storico di prevalenza di utenti stranieri. Più di un assistito su tre sono minori.

Ecco qui la sintesi del Rapporto “Donare per curare” presentata dalla Fondazione Banco Farmaceutico

Archivi

Categorie

Skip to content