intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 Rapporto 2010 sulla povertà

Rapporto 2010 sulla povertà

20 Apr 2011

Questo il dato interessante che emerge dal Rapporto sulle Povertà 2010 curato dalla Caritas diocesana di Rimini, che chiama all’azione il volontariato e la sua capacità di creare un sistema di relazioni in grado di rispondere allo stato di emergenza di chi, per diverse vicissitudini, si è trovato in una situazione di difficoltà o di emarginazione. Un’attività che già trova riscontro all’interno dello stesso Rapporto, che raccoglie, oltre ai dati dei Centri di Ascolto delle Caritas parrocchiali della diocesi, anche delle associazioni Famiglie Insieme, Opera Sant’Antonio, Capanna di Betlemme, Banco di solidarietà e dei Centri di Aiuto alla Vita.
Dalla ricerca si rileva che il numero delle persone che si trovano in stato di disagio sono passate da 4.880 nel 2009 a 6.130 nel 2010. Di queste, 1.237 sono gli italiani (150 in più rispetto all’anno precedente) mentre 4.893 gli stranieri. Ben 586 i riminesi, dei rimanenti il 6,4 per cento provengono dalla Lombardia, il 5,7 dalla Puglia e il 5,2 dalla Campania. Per le altre comunità sono 1.142 i rumeni, 828 gli ucraini e 728 i marocchini, seguono albanesi, moldavi, tunisini e russi.
Diverse le problematiche evidenziate, si va da problemi di reddito, di abitazione, di istruzione a situazioni legate a malattia o disabilità di un familiare, dipendenza da sostanze, situazioni di detenzione. Le risposte sono le più varie: ascolto con 5.246 prestazioni a 2.523 persone (2.555 a 2.417 nel 2009); pacchi viveri con 1.750 (1.257 nel 2009) cesti spesa a 461 persone; servizio docce fruito da 747 persone e indumenti con 1869 richieste; poi ben 73.953 pasti a fronte dei 66.452 nel 2009 e un’attività di prima accoglienza alloggio a 792 persone per un totale di 8.425 notti (522 per 6.581 notti nel 2009). A questi dati si aggiungono i prestiti effettuati dall’associazione Famiglie Insieme a 370 (327 nel 2009) nuclei familiari per un totale di 465.226 euro; le 1.692 persone incontrate dall’Opera Sant’Antonio per i Poveri, le 758 persone accolte dalla Casa di Betlemme; i pacchi a domicilio consegnati dal Banco di solidarietà a 214 famiglie pari a 546 persone di cui 191 minori e le 581 donne in difficoltà seguite dai Centri di Aiuto alla Vita.
Il Rapporto costituisce un utile strumento di riflessione e di analisi per programmare proposte condivise e in rete ed è consultabile sul sito della Caritas diocesana www.caritas.rimini.it

Archivi

Categorie

Skip to content