intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 5 X mille 5 Usciti gli elenchi provvisori 5 per mille 2010

Usciti gli elenchi provvisori 5 per mille 2010

17 Mag 2010

 

Sono disponibili nel sito dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.gov.it, gli elenchi del 5 per mille 2010. Sono 55.361 i soggetti ai quali i contribuenti potranno destinare una quota della propria Irpef con la dichiarazione dei redditi. Ai 47.261 enti iscritti nei quattro elenchi pubblicati, infatti, vanno aggiunti gli 8.100 Comuni italiani, i quali potranno ricevere le preferenze di cittadini in ciascuno di essi residenti, da destinare al finanziamento delle attività sociali svolte.

Gli elenchi sono pubblicati in ordine alfabetico e raccolgono le diverse tipologie di enti ammessi al beneficio:
enti del volontariato (onlus, associazioni di promozione sociale, associazioni e fondazioni riconosciute in possesso di determinati requisiti): 40.570; enti della ricerca scientifica e dell’università: 239; Enti della salute: 97; associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni ai fini sportivi: 6.358.

Si registra, quindi, una crescita significativa, rispetto al 2009, nel numero dei potenziali beneficiari, ma diminuiscono sensibilmente gli enti dell’Università e della ricerca.

Gli elenchi sono facilmente consultabili grazie ad un motore di ricerca, reso disponibile in – www.agenziaentrate.gov.it – che consente l’individuazione dei soggetti per denominazione o per codice fiscale.

Volontariato e associazioni sportive – Per gli enti presenti negli elenchi del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche, curati dall’Agenzia, si ricorda che:

• la correzione di eventuali errori riscontrati potrà essere richieste – non oltre il 20 maggio 2010 – dal legale rappresentante dell’ente, o da un suo incaricato munito di formale delega, presso la direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente;

• i legali rappresentanti degli enti del volontariato devono trasmettere, entro il 30 giugno 2010, a pena di decadenza, alla direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la persistenza dei requisiti che danno diritto all’ammissione nell’elenco. Alla dichiarazione, che va redatta sul modulo conforme a quello approvato con il decreto del presidente del Consiglio dei ministri 23 aprile 2010, in corso di pubblicazione, e reperibile sul sito dell’Agenzia, occorre allegare, sempre a pena di decadenza, copia del documento di riconoscimento del legale rappresentante che sottoscrive.

Archivi

Categorie

Skip to content