vai ai territori

intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 Archivio appuntamenti 5 Sos Donna: 30 anni dalla parte delle donne

Sos Donna: 30 anni dalla parte delle donne

22 Feb 2024

Trent’anni dalla parte delle donne contro la violenza di genere: Sos donna Odv propone numerosi appuntamenti in occasione della ricorrenza mondiale dell’8 marzo.

L’8 marzo è la Giornata Internazionale dei Diritti della Donna: ricorre ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto, in ogni parte del mondo. Per le operatrici e volontarie dell’Associazione SOS Donna, che quotidianamente sono al fianco delle donne accolte presso il centro antiviolenza faentino, l’8 marzo è tutti i giorni.

Quello del 2024 sarà un 8 marzo speciale per l’Associazione SOS Donna, che celebra i trent’anni dall’inizio della propria attività. Era il 1994 quando un gruppo di faentine, in seguito a due femminicidi avvenuti nel nostro territorio, decise di istituire una linea telefonica in supporto a donne in difficoltà a causa della violenza. Da allora l’Associazione è cresciuta, ampliando le proprie attività di sostegno alle donne e prevenzione, e ad oggi ne fanno parte 47 socie. Sono tante le iniziative culturali e di sensibilizzazione che anche nel 2024 vengono promosse dall’Associazione SOS Donna o a cui le volontarie prenderanno parte.

Gli appuntamenti

  • Un primo momento conviviale è previsto per la mattinata di sabato 2 marzo, quando in occasione del trentennale dalla nascita del Centro Antiviolenza, SOS Donna aprirà le porte della propria sede alla cittadinanza faentina per un Open Day. Vi aspettiamo in via Laderchi, 3 a partire dalle 9,30 per fare colazione insieme, accompagnate/i dalla musica dal vivo degli/delle allievi/e della Scuola di Musica Sarti. Nel corso della mattinata sarà possibile visitare la sede del centro antiviolenza e parlare con le socie fondatrici, le volontarie e le operatrici, che racconteranno la nascita dell’Associazione e la strada percorsa insieme in questi 30 anni.
  • Come per lo scorso anno, durante le giornate di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 marzo i supermercati Conad e Cofra dell’Unione della Romagna Faentina, si faranno promotori della campagna “Conad sta con SOS Donna”: per ogni scontrino emesso, verranno donati 10 centesimi al centro antiviolenza di Faenza, in sostegno ai progetti rivolti alle donne vittime di violenza e ai/alle loro bambini/e.
  • La giornata di venerdì 8 marzo, sarà trascorsa dalle volontarie di SOS Donna, come ogni anno, distribuendo le mimose offerte da Conad “La Filanda” alle clienti del supermercato faentino, per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza ad una riflessione sulla violenza alle donne. L’iniziativa prevede la presenza delle volontarie di SOS Donna presso il punto informativo posto all’interno del negozio, dalle 8,30 alle 20. Durante la giornata, verranno offerti fiori alle donne e fornite eventuali informazioni in merito al Centro antiviolenza di Faenza.

Le iniziative proseguono anche dopo la giornata dell’Otto marzo.

  • Sabato 9 marzo alle 20,30 presso il Teatro Masini (Piazza Nenni, 3 a Faenza) andrà in scena lo spettacolo di danza “Corpi violati”, a cura della compagnia Artemis Danza e di Monica Casadei. In Corpi Violati brulica una comunità di corpi, femminili e maschili, stretta nella memoria di una ferita. Ancora aperta o cicatrizzata, questa ferita si riverbera sulla scena in una danza incessante nutrita di impulsi, istinti, rabbia e dolore. L’ingresso è ad offerta libera senza prenotazione.

Al termine dello spettacolo le volontarie di SOS Donna vi aspetteranno nel portico del Teatro con un brindisi finale, per celebrare ancora insieme i trent’anni dalla nascita dell’Associazione.

  • Sabato 16 Marzo, alle 18,30, presso il Palazzo del Podestà (Piazza del Popolo, 6 a Faenza), si terrà il dibattito “Rivolte femminili. Il movimento femminista degli anni Settanta e le lotte delle donne per la conquista dei propri diritti”, organizzato da SOS Donna in collaborazione con Associazione Fatti D’Arte. Ripercorreremo le tappe storiche e politiche del movimento femminista italiano degli anni Settanta, grazie alle cui lotte è stata possibile la conquista di diritti fondamentali per le donne, che hanno portato, tra le altre cose, alla nascita dei Consultori e dei primi Centri Antiviolenza in Italia. Ne parleremo con Elena Magalotti, attivista dell’Associazione Ipazia di Cesena, dott.ssa Simona Valgimigli del Consultorio di Faenza, Elisa Ottaviani, operatrice del Centro Antiviolenza SOS Donna di Faenza e Andreea Pirvulescu di Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking.

L’evento, a ingresso gratuito, fa parte della programmazione di Sorelle – Festival dedicato alla figura femminile, coordinato dall’Associazione Fatti d’Arte, in collaborazione con una molteplicità di partner tra cui la l’Associazione SOS Donna. La quinta edizione del festival, dal titolo “Rivoluzionarie”, vuole riconoscere e onorare le donne che, con il loro coraggio e la loro resistenza, hanno ridefinito il concetto di società e hanno reso il loro contributo fondamentale alla storia e alla cultura. Il Festival prenderà avvio a partire da venerdì 2 marzo; il programma completo è consultabile sul sito: www.sorellefestival.it

  • Infine, disponibili altre iniziative che vedono la collaborazione e il sostegno all’Associazione SOS Donna nel calendario di eventi “Ma Adesso Io”, dedicati alla Giornata della Donna e in programma nei comuni dell’Unione della Romagna Faentina. Il programma completo è consultabile sul sito: https://www.romagnafaentina.it/

Info e contatti

Archivi

Categorie

Skip to content