intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 “Torta” più piccola ma con molte fette…

“Torta” più piccola ma con molte fette…

18 Ott 2010

CSVnet, il Forum del Terzo Settore, la Consulta Nazionale del Volontariato presso il Forum e la ConVol – ossia l’intero panorama delle Organizzazioni che in Italia rappresentano il mondo del volontariato e del privato sociale – esprimono profonda preoccupazione e dissenso in merito alle ipotesi di modifica della Legge quadro del Volontariato (n. 266/91) attraverso l’articolo 5 del Progetto di Legge n. 41.

Nel dettaglio la modifica prevede:

1. di aggiungere sia a chi gestisce i Csv e sia a chi usufruisce dei loro benefici, oltre alle organizzazioni di volontariato, anche tutte le onlus, le cooperative sociali, le associazioni sportive dilettantistiche, le associazioni bandistiche, i cori amatoriali, le filodrammatiche, le associazioni dilettantistiche di musica e danza popolare;

2. di destinare almeno il 10% delle risorse di tutti i Csv ai soli Csv che operano in territori montani e di consentire che la quota eventualmente eccedente le loro attività di servizio venga utilizzata per acquistare attrezzature, materiali e mezzi il cui utilizzo sia strettamente connesso alle attività di natura sociale;

3. Di estendere la tipologia di progetti finanziabili dall’Osservatorio nazionale del Volontariato dalle emergenze sociali, tradizionale area di intervento dei progetti, agli interventi nei territori montani e nelle aree territorialmente marginali.

Si tratta di una proposta inaccettabile nel metodo e nei contenuti per diverse ragioni.

“Questa iniziativa legislativa ci sconcerta sia nel metodo che nei contenuti – affermano i quattro promotori della protesta – Riguardo al metodo, ci sconcerta che su modifiche di tale impatto, che intervengono su uno strumento di sostegno destinato specificatamente al volontariato, ampliandone la fruizione a moltissimi altri soggetti senza modificare l’entità delle risorse disponibili, non si interpellino le organizzazioni che il mondo del volontariato collettivamente rappresentano. Inoltre spiace constatare che ancora una volta si tenti di modificare alcuni articoli della legge sul volontariato non affrontandola direttamente, ma attraverso modifiche singole inserite in provvedimenti normativi che si occupano di altri temi.”

“Preoccupa – aggiunge Marco Granelli, presidente di CSVnet – che una normativa specifica sul tema della montagna non trovi un finanziamento ad hoc, ma vada ad utilizzare risorse ordinarie, già destinate al volontariato per tutte le azioni di intervento a servizio dei beni comuni. Non si possono utilizzare le stesse risorse anche per gli interventi per le comunità montane”.

CSVnet, il Forum del Terzo Settore, la Consulta Nazionale del Volontariato presso il Forum e la ConVol chiedono dunque di modificare il Progetto di Legge evitando di intervenire con esso per cambiare la legge sul Volontariato.

“Tutto il mondo del Volontariato e del Terzo Settore si sta mobilitando contro questa proposta – conclude Granelli – Intanto abbiamo inviato una lettera ai parlamentari per spiegare le ragioni del nostro dissenso”.

[Comunicato stampa CSVnet del 14 ottobre 2010]

Archivi

Categorie

Skip to content