intestazione VolontaRomagna

Centro di servizio per il volontariato della Romagna

Home 5 Tutti uguali tutti diversi 5 Tutti uguali, tutti diversi 2006

Tutti uguali, tutti diversi 2006

20 Apr 2006

Per una settimana piazze, teatri e sale pubbliche della città saranno all’insegna di incontri, convegni e spettacoli che prenderanno in considerazione i diversi aspetti del disagio psichico. Questo l’obiettivo della prima edizione di “Tutti uguali, tutti diversi”, manifestazione promossa dal Centro di servizio per il volontariato “Volontarimini”, l’associazione di volontariato “L’Isola Ritrovata” e il Centro educativo italo svizzero di Rimini, nell’ambito del progetto europeo Equal “Spring Out”. L’evento, il cui contenuto scientifico è stato curato dall’Azienda Usl di Rimini, è una delle 12 azioni portate avanti a livello provinciale da 13 partner pubblici e privati per contrastare l’esclusione dei soggetti svantaggiati e favorire l’inserimento lavorativo in particolare delle persone con patologie psichiatriche.

Dopo la festa di apertura, che si terrà nel villaggio del Ceis in occasione del 60° anniversario della sua nascita, la manifestazione parte domenica 14 maggio con un nome importante. Sarà infatti Myron Belfer, professore alla Harvard University e direttore di Psichiatria Infantile per l’Organizzazione mondiale della sanità, il protagonista del convegno “La salute mentale dei bambini e degli adolescenti: la prospettiva dell’Organizzazione mondiale della sanità” che si terrà dalle 16 alle 18,30 nell’Oratorio degli Artisti, in via dei Cavalieri 12, a Rimini.

Dal lunedì al sabato si susseguiranno durante la giornata incontri gratuiti aperti a tutti gli interessati. Lunedì 15, assessori comunali, direttori dell’Ausl e associazioni di volontariato si confronteranno sul tema di salute mentale nel territorio riminese nell’incontro delle 15 nell’Oratorio degli Artisti. Martedì 16, si aprirà nello stesso luogo la tavola rotonda “Il diritto di cittadinanza per i malati mentali”. Nel pomeriggio (alle 15, sala Manzoni in via IV novembre) si terrà il seminario regionale sulle nuove strategie per l’inserimento lavorativo delle persone con disturbi psichici.

L’intera giornata di mercoledì 17, a partire dalle 10, sarà all’insegna dal “Meeting regionale associazioni familiari e utenti” che si terrà nel teatro degli Atti in via Cairoli. Sempre agli “Atti”, il giorno seguente alle 10 è in programma un incontro sull’amministratore di sostegno, una nuova figura giuridica sulla quale discuteranno esperti del settore, dirigenti delle politiche locali e membri dell’associazionismo nazionale. Sempre il 18 maggio, nel pomeriggio nell’aula magna della facoltà di Scienze della Formazione, in corso d’Augusto 237, verrà presentato il dvd “Progetto di vita: un percorso verso l’identità adulta”, a cura della Fondazione EnAIP di Rimini.

L’aspetto clinico sarà al centro dell’incontro di venerdì 19 maggio “Ritardo mentale e psichiatria” al teatro degli Atti mentre alle 14,30, nella sala degli Archi in piazza Cavour, sarà presentato il progetto sul sostegno all’inserimento lavorativo. Un altro testo da scoprire (alle 18) nell’aula magna di Scienze della Formazione: “Autismo. L’umanità nascosta” di Stefano Mistura.

Chiusura sabato 20 maggio con il convegno “006: obiettivo età evolutiva”, (8,30 nell’Oratorio degli artisti) approfondimenti tematici, progetti, esperienze e proposte operative per la promozione e tutela dell’infanzia nei programmi della salute mentale in Emilia Romagna. Sempre la mattina, alle 10, nell’aula magna di Scienze della Formazione si terrà la tavola rotonda “Città accessibili” a cui interverranno dirigenti delle politiche locali e regionali, membri dell’associazionismo e della cooperazione.

Tutti i giorni, dalle 18,30 alle 20, si terranno gli appuntamento con gli incontri nella suggestiva cornice dell’anfiteatro romano, tra i principali: “Esperienze di cooperazione internazionale per la salute mentale”; “Cooperazione scolastica in ambito educativo e preventivo”; “Educazione scolastica e prevenzione della salute mentale” con il professor Andrea Canevaro.

Mercoledì 17 invece andrà in scena lo spettacolo di improvvisazione teatrale della compagnia di playback theatre “Tornati interi” diretta da Stefano Alberini. Protagonisti delle serate saranno gli spettacoli. Alle 21, nel teatro degli Atti e nell’adiacente corte degli Agostiniani, in via Cairoli, si alterneranno: “Serata a più voci ed emozioni”, spettacolo di musica e cabaret a cura della associazione L’Isola Ritrovata (domenica 14); “¿Que pasa? di Michele Zizzari e della compagnia teatrale “Il Dirigibile” (il 15); “La stanza vuota”, di Enzo Toma e della compagnia Alcantara (martedì 16); “Passaggi paralleli”, uno spettacolo di teatro, danza e movimento a cura della cooperativa sociale “La Fraternità” (il 17).

Da giovedì 18 a sabato 20 in programma tre spettacoli della rassegna internazionale “DanzalaFollia”: “Divercity@040” spettacolo di danza, teatro, musica – Accademia della Follia, Trieste; lo spettacolo di danza “Fisterra” – compagnia El Tinglao, Madrid (Spagna) e il concerto “A bout’souffle” della compagnia Créahm, Liège (Belgio). Parte integrante della manifestazione saranno infine i laboratori e le visite guidate alle strutture. Un altro modo per aprirsi all’incontro con la città permettendo di approfondire la conoscenza di ciò che, forse troppo spesso, viene considerata “diversità”.

Da lunedì 15 a venerdì 19 maggio, sarà possibile visitare le comunità residenziali per adulti e minori della cooperativa sociale “Il Millepiedi” (Casa Macanno e Centro Nous a Rimini, Tandem a Santarcangelo); il laboratorio di stampa su tela con metodo tradizionale romagnolo della cooperativa sociale “Artigianate” a Riccione; il Centro Terapia Occupazionale “S.Aquilina” dell’Enaip; il servizio psichiatrico Diagnosi e Cura dell’Ausl di Rimini. Negli stessi giorni alle visite si affiancheranno i laboratori gratuiti. Il Centro Educativo Italo Svizzero li dedica alla manualità per i bambini dai 3 ai 10 anni, la cooperativa sociale “La Romagnola” insegnerà le tecniche di pelletteria e ceramica artistica e la cooperativa sociale “Bottega Arte Vetro” la lavorazione del vetro piano e vetro fuso.

Archivi

Categorie

Skip to content